LA STERILIZZAZIONE:
UNA SCELTA CONSAPEVOLE!


La sterilizzazione è un intervento di routine e mini-invasivo, specialmente per i maschi, ancor più che per le femmine.


Il costo della sterilizzazione è abbastanza contenuto, e se paragonato a quello di gestione di gravidanze, gravidanze isteriche, problemi di salute legati alla mancata sterilizzazione. Inoltre è un intervento che si fa una sola volta nella vita dell’animale.
Sterilizzare riduce drasticamente, quando non elimina del tutto, i rischi di contrarre numerose patologie per cane e gatto (tumori, mastiti, fiv, felv, piometra).

Sterilizzare aiuta a eliminare problemi di carattere comportamentale (marcatura, aggressività).


Un animale non sterilizzato che non si accoppia soffre: depressione, pianto, accudimento della ciabatta, gravidanza isterica, mastiti, piometra sono solo alcuni dei volti di questa sofferenza. Sterilizzare prima del menarca fa in modo che non abbiano mai a conoscere questa condizione e che non ne soffrano.

Sterilizzare elimina il rischio di fughe, specialmente nei periodi del calore, con tutti i pericoli correlati (incidenti, lotte sanguinarie per la femmina).


Si può avere il cane/gatto sterilizzato e avere il piacere comunque di accudire una tenerissima cucciolata: basta adottare una delle tante cucciolate “di strada” o gatte e cagne abbandonate in gravidanza (e il tasso di animali abbandonati perché gravidi è altissimo).

Il carattere non subisce alcuna alterazione se la sterilizzazione viene compiuta alla giusta età, dando al nostro cucciolo un’infanzia “aumentata”.


Inoltre vi sono le sensatissime ragioni animaliste: incrementare la popolazione animale, quando i numeri di abbandoni, randagismo e canili parlano di emergenza e disperazione, è un atto barbaro, incivile e ignorante!


Ci sono altri mille motivi, e ognuno potrà aggiungerne quanti ne vuole, la verità è che purtroppo i cretini resteranno convinti che sterilizzare sia contro natura, ma uccidere i piccoli appena nati, o abbandonarli nei cassonetti o fuori dal Rifugio, causando loro morte lenta e dolorosa, e provocando una conseguente mastite alla mamma che non ha più i suoi cuccioli da allattare, questo voi lo definirete “natura”?
Chi siamo noi per far nascere delle nuove vite, se poi non si può assicurare loro un futuro degno di essere vissuto?
Non credete sia meglio evitare di far nascere dei cuccioli, se poi li si deve uccidere usando dei metodi così crudeli e contro natura?
Purtroppo se alle nascite incontrollate una soluzione c’è, alla cretineria ancora no.

PERCIO'... STERILIZZATE I VOSTRI ANIMALI!!